corso di darbuka e tamburi a cornice

con Simone Pulvano

La darbuka è un tamburo a calice diffuso nel Nord Africa, nel Vicino Oriente e nei paesi del bacino del Mediterraneo Orientale. A partire dalla tecnica egiziana tradizionale, Simone Pulvano crea un percorso di studio basato sulla conoscenza dei ritmi, del linguaggio e della pronuncia della tradizione musicale araba, con attenzione agli aspetti del folklore, del repertorio classico e delle aperture verso linguaggi di fusione. Verranno affrontati i seguenti temi: postura, tecnica di base, pattern ritmici e possibilità interpretative, fraseggi tradizionali, espressività.

Simone Pulvano insegna anche riqq, tamburo a cornice del repertorio classico arabo e ottomano, e bendir attraverso lo studio della tecnica tradizionale e delle tecniche moderne (rulli combinati e split fingering) e la conoscenza dei ritmi e del fraseggio.

 

 

Simone Pulvano, 

si è avvicinato allo studio delle percussioni del mondo arabo (darbuka, riq, sagat, bendir etc.) sotto la guida del percussionista egiziano Mohammed Abdalla; ha approfondito poi le proprie conoscenze con il Maestro Andrea Piccioni e attraverso stage e seminari con musicisti di fama internazionale – Hossam Ramzy, Jamal Ouassini (direttore dell’orchestra arabo-andalusa di Tangeri), Zohar Fresco, Karim Nagi, Helm; ha inoltre compiuto diversi viaggi nel Vicino Oriente e Nord Africa. La passione per il mondo arabo si è spinta poi oltre i confini musicali e nel 2004 Simone si è laureato in storia della filosofia araba (Filosofia, La Sapienza, Roma).

E’ nell’ambito della musica mediterranea che Simone ha realizzato molte delle sue collaborazioni suonando con il gruppo di musica araba Ons, con la formazione di musica greca Mesogea di Filiò Sotiraki, con il musicista e compositore marocchino Jamal Ouassini con il quale ha anche collaborato per anni all’organizzazione di seminari di introduzione alla musica araba. Tra le altre collaborazioni si ricordano: Ziad Trabelsi, Etruria Criminale Banda, Andrea Rivera, I Circolabili, Handala, Milagro Acustico, Nour Eddine, Pejman Tadayon. Simone è attualmente impiegato come percussionista in numerosi progetti che spaziano dalla musica gnawa al balkan beat, dal repertorio popolare italiano al cantautorato ed è anche il fondatore e direttore della “Takadum Orchestra”, formazione con tre dischi all’attivo.

La sua attività di percussionista è inoltre legata da tempo al mondo della danza orientale – nei suoi diversi stili – nel cui ambito collabora con il Maestro Saad Ismail e con affermate danzatrici per l’organizzazione di seminari, workshop e spettacoli ed è insegnante di darbuka e percussionista presso il centro di danze etniche Sanlò (Roma).