corso di Tamburello con Enrico Gallo #

corso di tamburello

con Enrico Gallo

Il corso verte principalmente sullo studio delle ritmiche e delle tecniche di base dei tamburi a cornice appartenenti alla tradizione del centro-sud Italia. Un vasto e ricco repertorio che, a partire dalla tarantella, assume forme e stili differenti per ogni regione.

Nella prima parte del corso si affronta lo studio delle principali tecniche sullo strumento, differenziandone gli stili e i tipi di suonata: tammurriata, pizzica, saltarello, tarantella siciliana, tarantella calabrese, tarantella del Gargano.
Successivamente si passa allo studio di tecniche moderne. Nel corso degli incontri si affrontano le composizioni scritte appositamente per dare l’opportunità agli allievi di suonare insieme.

Gli strumenti:

• TAMBURELLO E TAMMORRA
Gli strumenti a percussione principali che accompagnano la musica tradizionale italiana sono senza dubbio il tamburello e la tammorra. Appartenenti alla famiglia dei tamburi a cornice, questi strumenti sono diffusi un po’ in tutto il mondo.
È nei paesi del mediterraneo che essi trovano terreno fertile su cui evolversi e distinguersi. In Italia tale evoluzione è stata strettamente legata ai rituali coreutico-musicali delle popolazioni del centro-sud. Qui si sono evoluti e trasformati sia nella loro struttura sia nel modo di essere suonati. Per questo oggi assistiamo a numerose tecniche di esecuzione su questi strumenti, tante quanti sono i differenti stili musicali appartenenti alla tradizione dell’Italia meridionale.

Enrico Gallo,

musicista specializzato in strumenti a percussione etnici: Tamburi a cornice, darbuka, congas, bongo, cajon flamenco. Studia presso la scuola di musica “Timba” di Roma, con i maestri Valter Paiola e Roberto Evangelisti (congas e bongò), Gabriele Gagliarini (cajon flamenco); inoltre frequenta attivamente i diversi laboratori della suola (musica cubana, araba, brasiliana, africana, jazz…). Privatamente ha studiato con i maestri: Davide Conte (tamburello) Mhoammed Abdalla (Darbouka), Ruggero Artale (djembe).

Nel corso degli anni approfondisce lo studio dei tamburi a cornice con i maestri: Zohar Fresco con cui frequenta un seminario intensivo presso la scuola di musica Labyrinth a Creta, Yshai Afterman, N’Scott Robinson, Andrea Piccioni, Francesco Savoretti.

Fa parte attivamente del consiglio direttivo della SITAC (Società Italiana Tamburi a Cornice) per cui cura le attività didattiche.

Tra le collaborazioni: Takadum Orchestra, Lavinia Mancusi, Mediterranti, Fuòcu, Autura, Unnadarè, Jure Novo, Orchestra Italica di Tamburi a Cornice, Scarcello Miriam, Serenata Ensamble, Med free Orchestra, Senza Terra, Zapzot, Alfama, Giuliana De Donno, Scialarìa, Algeciras Flamenco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *